Close

Infiltrazioni nel camper: 5 modi per scoprirle

Infiltrazioni nel camper: come trovarle, come riconoscerle.

….. Eh si…… stiamo ancora parlando della bestia nera di ogni camperista: le infiltrazioni nel camper.

infiltrazioni nel camper

infiltrazioni nel camper

Il "cancro dell'alluminio", visto dall'interno della parete, si tratta di una elettrolisi del pannello, dovuta all'umidità

Il “cancro dell’alluminio”, visto dall’interno della parete, si tratta di una elettrolisi del pannello, dovuta all’umidità

Vi ho già spiegato come evitarle in questo post, vi ho anche illustrato come sia importante sigillare periodicamente il vostro autocaravan in questo articolo, e con quali prodotti farlo.

Vi ho anche insegnato a riparare uno sportello di un gavone, quando le infiltrazioni nel camper riguardano quel tipo di particolare.

mansarda camper

In Mansarda, negli angoli, spesso si annida l’insidia umidità

Ma come riconoscere un camper infiltrato?
Magari è il nostro che abbiamo un pò trascurato, o uno che ci viene proposto da un privato o da un rivenditore….
Come riusciamo ad individuare questo tipo di problema?

Infiltrazioni nel camper

Infiltrazioni nel camper

Ecco 5 risposte che possono aiutare a togliervi ogni dubbio:

Infiltrazioni nel camper: come individuarle in cinque step.

  1. L’odore di muffa. Difficilmente un camper che presenta questo odore, ha una salute perfetta, sebbene a volte questo dipenda da condense lasciate nel camper chiuso, senza farle asciugare, ma comunque è un segnale d’allarme importante che deve farvi approfondire il controllo basandovi su gli altri punti.
  2. Macchie, esame visivo. sulle pareti si possono formare macchie anomale che vi devono mettere in allarme. Anche in questo caso, la condensa che si forma durante l’uso invernale potrebbe essere la sola responsabile di queste macchie, specialmente se sono strisciate come sgocciolature, o macchie nella parte più estrema della mansarda.
    Ma anche in questo caso come nel primo, conviene approfondire l’esame passando decisamente al punto 3.
  3. L’esame tattile. I punti a rischio infiltrazione in genere sono quelli intorno alle varie aperture sul camper: oblò, finestre, sportelli gavoni, porta di ingresso, ma anche quelle in corrispondenza degli attacchi di portabici, portapacchi, verande, camini vari, condizionatori, pannelli solari e passaggio cavi ecc ecc….
    Ma anche e soprattutto i profili delle pareti e del tetto, lungo i fascioni e i paraurti e anche i bocchettoni acqua, stufa e boiler… in corrispondenza di questi punti, conviene premere con il dito, specialmente nella parte bassa, e lungo l’intersezione tra parete laterale e tetto.

    infiltrazioni nel camper come trovarle

    infiltrazioni nel camper come trovarle

    Con questo esame, se si è pignoli e si ripete la pressione in ogni angolo e zona del camper raggiungibile, riusciamo ad ottenere qualche risposta in merito alla presenza di infiltrazioni nel camper, ovviamente c’e’ da preoccuparsi se i compensati si flettono o hanno una consistenza morbida quasi gommosa.Se invece cedono scricchiolando e senza avere una parvenza di umidità nell’interno, è possibile che l’infiltrazione ci sia stata ma che sia stata sigillata dall’esterno senza che il legno deperito sia stato sostituito.

  4. Esame visivo esterno.  Le cose principali da controllare per verificare l’esistenza di infiltrazioni nel camper, in questo caso, sono tre: se la scocca del veicolo è in vetroresina, dobbiamo stare attenti a screpolature, rotture e rigonfiamenti, ma soprattutto dobbiamo verificare se i profili aderiscono perfettamente e se gli stucchi che fuoriescono da questi, sono ancora morbidi o si sono induriti. Nei camper con scocca in Alluminio, in caso di infiltrazioni che si sono formate da tempo, si può avviare un processo di elettrolisi, che porta ad un rapido deperimento dell’alluminio, nelle zone in cui aderente a questo ci sono regoli di legno inzuppati di acqua. Questo processo di ossidazione, volgarmente definito “cancro dell’alluminio” porta formazioni di piccoli rigonfiamenti che se premuti o scalfiti con un unghia o un cacciavite possono rilasciare umidità o rivelare una polverizzazione del metallo. Spesso queste formazioni di ossido sono grandi non più di una moneta da 1 centesimo, ma in alcuni casi, possono raggiungere anche decine di centimetri. Altro esame da porre in atto è quello visivo-tattile del pavimento del camper, calandosi sotto il camper stesso. In questo caso lungo le pareti e nella parte posteriore è possibile notare morbidezze o sfaldamenti dei regoli e dei rivestimenti lignei.
  5. L’esame con l’igrometro. Questo è bene farlo eseguire da tecnici specializzati, poichè il funzionamento dello strumento dipende dalla marca e dal tipo, ma soprattutto dal genere di scala di misurazione adottata dal fabbricante. Fondamentalmente si individuano due tipi di principali di igrometri, quelli ad aghi, e quelli a contatto.
    Il primo modello è indicato per misurare  gradi infiltrazione nei pannelli rivestiti di tessuto o sui pavimenti, che necessitano di bypassare lo strato di pastifeltro di rivestimento, per ottenere una misurazione esatta. NON DEVONO MAI essere utilizzati sulle pareti in compensato, in quanto i forellini possono rivelarsi brutti esteticamente e con il tempo e lo sporco diventare sempre più evidenti. In questo caso i migliori igrometri sono quelli a contatto.

Questo e altro , la prudenza e la pignoleria prima di tutto, ti evitano di acquistare camper infiltrati.
Se sei interessato al camper di un privato, pretendi una certificazione dettagliata, con grado di percentuale su almeno  10 punti distribuiti su ogni piano interno del camper (quindi un totale di minimo 60-70 punti di misurazione) un esame approfondito di questo tipo può richiedere anche due ore di lavoro ( specialmente se si abbina ad un esame visivo analitico interno-esterno, e può costare fino a 150 euro, ma ne vale ala pena per evitare costi aggiuntivi di riparazione, o comunque l’acquisto di un veicolo con gravi problemi strutturali.
Se avete bisogno di certificazioni di questo tipo, sigillature, e consigli su prevenzione, sigillatura e riparazione veicoli infiltrati rivolgetevi alla nostra officina, Fabio ha oltre 30 anni di esperienza che mette al vostro servizio, quindi ABC camper a Pistoia!

Chiama ora!

Senza titolo-1

5 Comments on “Infiltrazioni nel camper: 5 modi per scoprirle

[…] Infiltrazioni nel camper: 5 modi per scoprirle […]

[…] ABC camper garantisce questo veicolo per 12 mesi, ma se il cliente decide di eseguire una sigillatura totale del veicolo presso la nostra officina, la garanzia contro le infiltrazioni passa a 24 […]

[…] e meccanica, sia contro le infiltrazioni. E’ possibile estendere la garanzia contro le infiltrazioni, di ulteriori 18 mesi, eseguendo una sigillatura totale del veicolo, con le modalità che potete […]

[…] innovativa di questi autocaravan Miller, consentono una estrema sicurezza statica nei confronti di infiltrazioni d’acqua nella scocca, infatti l’Alabama come tutti i miller di questa serie, hanno il tetto con una […]

[…] La linea estetica è accattivante: la mansarda è ampia e spaziosa, la scocca inclinata sul tetto consente all’acqua di defluire verso la parte posteriore del camper senza ristagnare sul tetto, riducendo così in modo considerevole il rischio di Infiltrazioni d’acqua. […]

Lascia un commento

Carrello
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti