Close

Prima del camper: Il Boom del campeggio negli anni “70 e “80

storia del camper e del campeggio in italia

Per chi, come me, ha iniziato a lavorare in questo settore con un azienda di famiglia già attiva, è difficile prescindere da un aspetto che oggi è marginale al fenomeno del turismo all’aria aperta e itinerante.
La mia nuova ditta e questo stesso blog partono da lontano, partono da quell’epoca, gli anni 50-60-70-80 in cui è nato tutto…

Sto parlando in particolare del ventennio dal 1970 al 1990.
Quello è stato nel nostro paese un periodo di grandissima crescita del settore.

sto1

La copertina del catalogo di accessori a gas  per camping della PRIMUS

 

sto

Fornellini, lampade e bombole a gas da campeggio Primus, primi anni “70

La Roller, nata dalle ceneri della Sairauto (prima caravan, nel 1948), a metà degli anni “70 raggiunse un numero di caravan prodotte di circa 13.000- 15.000 all’anno. Un numero impressionante ancora oggi, figuriamoci a quell’epoca…

sto9

copertine di cataloghi Messager anni 70

Ma le caravan erano a metà anni settanta un comparto industriale in pieno sviluppo, Roller avendo necessità di appaltare la costruzione di mobili a ditte esterne, mantenendo il montaggio nello stabilimento di Calenzano, trovò naturale rivolgersi ad una zona artigianale come quella di Poggibonsi, dove le cucine e i mobili in genere erano la principale fonte di lavoro.
Da qui poi nacquero le aziende più famose del mondo dei camper: Etna, Rimo. C.I. sprite italia ( caravans international ) Rimor, Mobilvetta, Laika…e un indotto da cui poi si è evoluta tutta la produzione Italiana. Ma prima di quelle caravan i campeggi avevano ospitato le famiglie  Italiane e straniere in tende di cotone impermeabilizzato , di varie marche e dimensioni, successivamente lo step evolutivo della passione indirizzava i campeggiatori verso i carrelli tenda e all’ultimo verso il top : la caravan…

sto5

La super Lux, il top delle tende a casetta Messager. Le tele di cotone della Messager erano sottili e ad alta densità, tornavano in modo perfetto e senza pieghe sulla struttura. Erano sicuramente le migliori prodotte in Europa, le prime ad avere utilizzato una molla per tenere unite le palerie, mi ricordo, che una casetta elaborata come la Maisonette, la montavo da solo in 25 minuti, compreso la picchettatura.

Difficilmente c’era un ulteriore passaggio verso il camper, sebbene sia vero che le prime famiglie a passare al camper provenissero dalla vacanza in campeggio. Quelle abituate ad avere una piazzola e gli amici nel solito posto di mare, difficilmente sentivano l’appeal del turismo itinerante.

sto6

La gamma delle tende canadesi in cotone della Messager

A quell’epoca il campeggio dava la possibilità con la stessa cifra che normalmente si spendeva per 15 giorni di affitto di un appartamento a Viareggio, di poter fare l’intera stagione (da Pasqua a fine Settembre) in un camping attrezzato di Torre del Lago.

sto8

Il mastodontico m6 confort della Messager, notare come nel catalogo (1974) erano anche indicati i prezzi di vendita al pubblico… Un M6 confort costava 920.000 lire, e mi ricordo quando ne vendevamo qualcuno era una specie di evento, la tenda a casetta più venduta era la Maisonette 4, che costava circa 400.000 lire nel 1977

I bambini spesso rimanevano al mare per tre mesi in fila, quando con i nonni paterni, quando con quelli materni, e naturalmente con i genitori quando questi erano in ferie.

sto7

l’offerta di caravan della Messager nel 1974. Erano roulotte con linee molto datate anche per l’epoca, di buona qualità, ma le caravan tedesche e soprattutto le Roller erano anni luce avanti rispetto a queste.

 

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=0Kl3ErZpjj8&w=640&h=360]

Spesso i primi esperimenti di traino con le caravan si svolgevano con le utilitarie che trainavano grossi rimorchi, con qualche inconveniente, come si vede in questo video

Adesso sembra quasi fantascienza, abbiamo telefonini sofisticati, automobili enormi, ma probabilmente non ci rendiamo conto di quanto abbiamo perso in termini di tempo libero a nostra disposizione e pienamente godibile.

Il Carrello tenda Campli, della Trigano prodotto alla fine degli anni 70

Le immagini che trovate qui sono pagine di cataloghi degli anni 70 e 80 che provengono dall’archivio della famiglia Cappellini.

Catalogo delle caravan Hobby del 1978

Se volete continuare a leggere di storia del campeggio e del camper, clikkando qui avrete una panoramica importante su 50 anni del settore visto attraverso le esperienze della mia famiglia, che si occupa di questi prodotti fin dal 1957.

Le caravan della C.I. Caravans modello Riviera-Sprite, prodotte in Italia, fecero scalpore per la colorazionea due toni di  verde quasi integrale delle fiancate. Prodotte dal 1975 al 1983, il marchio fu poi acquistato da Pier Luigi Alinari, che nel 1985 presentò la prima serie di autocaravan (Iinternational) che contribuirono a diffondere tra le famiglie Italiane  l’idea di un altro tipo di vacanza “in campeggio”.

Spero di avervi fatto cosa gradita, attendo vostri commenti e magari immagini delle vostre vacanze in tenda o caravan o camper degli anni che vanno fino al 1989…

In questa animazione: le tende della Ghione di Torino, Le Verande della Samon Tende di Ravenna, e della tedesca Mehler,

Buoni km !! da ABC camper Pistoia

Guarda i Camper usati di ABC Camper

2 Comments on “Prima del camper: Il Boom del campeggio negli anni “70 e “80

Zari
11 Febbraio 2016 a 14:52

1968, genitori e 2 figli, prima tenda casetta, con la cinquecento. Primo viaggio lungo, Vieste, la vacanza in assoluto che ricordo con nostalgia. Visto la necessità di avere qualche comodità, acquistato Opel Kadet 1100+carrello per metterci tutto, e cambio tenda, nel frattempo era nato l’altro mio fratello. Sempre tenda a casetta, ma questa con 2 camere, salotto e veranda. Ahahahah Sempre a Vieste. Qualche anno e finalmente acquisto roulotte Laika, ci sentivamo dei Re, su e giù da Vieste per le vacanze. Gli anni passano noi figli iniziamo a saltare le vacanzze con i genitori, ed allora lasciata per una decina d’anni in camping sul Lago Maggiore. Alla fine venduta con un grande dispiacere di tutti. Ora con mio marito abbiamo un camper piccolo per portare in giro la ns. cagnolina. Ma le vacanze con la tenda e roulotte sono sempre nel mio cuore.
Mi piace · Rispondi · 1 · 3 min

FabioCappellini
11 Febbraio 2016 a 15:22

Grazie Zari, per aver condiviso questo tuo bel ricordo

Lascia un commento