Bambini in camper
Bambini in camper

Bambini in camper: la cosa più naturale del mondo, l’uso principe dello strumento che usiamo per le vacanze, spesso la molla che spinge all’acquisto di un autocaravan.

Bambini in camper

In questo breve articolo vi parlerò del perchè nel 99,9% dei casi quello tra un bambino e il proprio camper, è un rapporto di amore assoluto, difficile da mettere in discussione una volta iniziato.

Bambini in camper : le dieci ragioni di un amore

Bambini in camper
  1. Le ridotte dimensioni di un camper sono per i bambini, un plus pieno di fascino, una casa piccola e piena in cui tutti i membri della famiglia sono a portata di vista e di voce.
  2. Il camper è un grosso giocattolo, una specie di nave spaziale, con cui si può viaggiare verso avventure insieme alla propria famiglia, con ogni comodità a portata di mano, circondati dai giochi preferiti.
  3. Partire con i libri di scuola, fare i compiti in un area di sosta, sapendo che appena finito di studiare, ci sono parchi, spiagge o città nuove da scoprire.
  4. Spostarsi nei luoghi della storia: un camper è uno strumento didattico incredibile, parlare di Pompei o di Roma durante la settimana, e vederle nel week end… Visitare giardini botanici, musei, luoghi , vivere eventi culturali senza che questi gravino sul bilancio della famiglia ( Il camper è un investimento importante, eleva la qualità di vita di una famiglia in modo esponenziale, clikka qui per approfondire).
  5. Rispetto alle vacanze tradizionali, o ai week end in città, la partecipazione dei figli in età Preadolescenziale, è meno problematica, anche perchè si può ospitare un amico coetaneo.
  6. Sport impegnativi? Spostamenti costosi per raggiungere le sedi di gara? molte famiglie con figli che praticano sport agonistici, si servono di camper per raggiungere senza stress e limitando le spese i campi di gara.
  7. Videogiochi e tv, meno presenti nella vita dei ragazzi. Infatti la vita all’aria aperta, le uscite frequenti, i coetanei che si incontrano nelle aree di sosta e gli stimoli che arrivano da luoghi, eventi e presenza costante della famiglia, aiutano a gestire la dipendenza da schermi luminosi, riequlibrando il tempo libero verso un divertimento più sano e formativo.
  8. Si possono accontentare tutte le opinioni rispetto alla destinazione. Infatti basta dividere il periodo di vacanza secondo le esigenze o i desideri dei singoli componenti della famiglia, per soddisfare tutti.
  9. A casa tra impegni scolastici, impegni sportivi, e corsi supplementari, i ragazzi quasi non riescono ad incontrare coetanei per giocare. Con il camper si conoscono nuovi amici, con cui spesso ci si rivede, sempre e solo per giocare.
  10. Quando le automobili sono in fila sull’autostrada, si cena e magari si utilizza un ora di sosta supplementare per finire compiti o prepararsi per l’interrogazione del giorno dopo.
    Quando la fila sarà un ricordo, si riparte, con la pancia piena e senza stress.
Bambini in camper

Bambini in camper : … per fasce d’età

  • Tra 0 e 2 anni i Bambini chiedono amore e serenità, e cosa è meglio di un camper? Si è più disposti a godere le gioie della famiglia, le paure tipiche delle mamme nell’allontanarsi da casa con bimbi piccoli si annullano perchè nel camper abbiamo la possibilità di lavare, di far riposare, e avendo dietro un letto e i medicinali come a casa, possiamo affrontare anche i disturbi e le influenze tipiche di quell’età.
  • Da 2 a 5 anni i bambini diventano terribilmente curiosi ed hanno la voglia di sperimentare e spesso anche di cacciarsi in qualche piccolo guaio: sul camper sono molto più sotto controllo, possono, in caso di brutto tempo, disegnare o distrarsi con qualche cartone animato da vedere su un tablet, cominciano ad apprezzare e ad amare il loro autocaravan e chiedono di uscire anche quando non è possibile.
  • Da 5 a 8 anni diventa importante l’attività scolastica, e i compiti che riempiono i diari diventano sempre più impegnativi, svolgerli in camper è divertente, pesa meno, si stringono le prime amicizie con i coetanei che affollano le aree di sosta, si socializza.
  • Dagli 8 agli 11 anni si cominciano ad apprezzare le potenzialità del camper, spesso i bambini suggeriscono con i loro studi, o con le loro attitudini , nuove mete da raggiungere e questo elemento arricchisce l’offerta formativa della scuola, con una esperienza che coinvolge anche la famiglia.
  • Dagli 11 ai 14 anni i ragazzi cominciano a formare il proprio carattere, spesso si mettono in contrapposizione con i genitori, si possono però gestire bene, se si riesce a uscire con altri equipaggi con figli coetanei, magari cresciuti nei week end giocando con i nostri… Inmancanza di questi, non sarebbe male dare la possibilità ai ragazzi di poter invitare un loro amico ad un week end in camper. Scegliere destinazioni in modo da coinvolgerli nella preparazione del viaggio è una mossa saggia, che porterà buoni frutti.
bambini in camper

     Guarda i camper usati garantiti da ABC camper Pistoia     

Bambini sul camper

      leggi gli altri consigli di ABC Camper per i camperisti     

Bambini in camper
Bambini  in camper
bambini in camper

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO